ITA | ENG

Partner

sssup

Persone

Christian Cipriani - Marco Controzzi
Federico Montagnani - Francesco Clemente
Alessio Ghionzoli - Marco D'Alonzo
Sergio Tarantino - Diego Barone
Gunter Robert Kanitz - Ilario Imbinto

ppr3


cipriani

Christian Cipriani è Professore associato di Bioingegneria presso l'Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa (SSSA), da maggio 2014. Ha conseguito la laurea in Ingegneria elettronica dall'Università di Pisa nel 2004 e il Dottorato in Scienza e Ingegneria BioRobotica dal programma congiunto tra IMT Lucca e la Scuola Superiore Sant'Anna, nel 2008. Nel 2009 ha fondato Prensilia S.r.l, una spin-off della Scuola Superiore Sant'Anna che sviluppa e commercializza mani robotiche. Da gennaio 2011 ad aprile 2014 è stato Ricercatore presso l'Istituto di BioRobotica della SSSA e, nel 2012, visiting scientist, nell'ambito del programma Fullbright, presso la University of Colorado Denver| Anschutz Medical Campus. Dal 2007 ad oggi è stato Team Leader dei progetti SAFFEHAND (2007-2008: PRIN 2006 ), SMARTHAND (2006-2010: EU, NMP programme) e NANOBIOTOUCH (nel 2010: EU, NMP) e Project Manager del progetto OPENHAND (2010-2012: PRIN 2008). Attualmente è coordinatore scientifico e PI del progetto FIRB 2010 MY-HAND, finanziato dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e del progetto WAY (Wearable interfaces for hand function recovery) finanziato dalla Commissione Europea (EU-FP7-ICT-288551).



controzzi

Marco Controzzi ha ottenuto la Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica presso l’Università di Pisa e il Dottorato di Ricerca in BioRobotica presso la Scuola Superiore Sant’Anna, dove attualmente ricopre la posizione di Ricercatore TD. Dal 2006 collabora con la Scuola Superiore Sant’Anna nell’ambito di numerosi progetti di ricerca, in particolare ha preso parte al progetto internazionale Revolutionizing Prosthetic Program, ai progetti Europei: ROBOTCUB, SMARTHAND, NANOBIOTOUCH, NANOBIOTACT e ai progetti nazionali SAFEHAND e OPENHAND. Attualmente è coinvolto con diversi compiti e responsabilità nei progetti Europei COGLABORATION, NEBIAS e WAY, e nei progetti nazionali PPR3, HANDBOT, NEMESIS and MY-HAND. Nel 2009 ha vinto il premio Antonio d'Auria per progetti innovativi di ausilio alle disabilità motorie con il progetto SMARTHAND. Nel 2009 ha fondato una spin-off della Scuola Superiore Sant’Anna, Prensilia SRL, operante nel settore della robotica. Con Prensilia ha vinto il premio Vespucci 2009 nella sezione innovazione per il progetto di una protesi trans-radiale attualmente in sviluppo.



montagnani

Federico Montagnani ha ricevuto la sua laurea in Ingegneria Meccanica (2007) e la laurea magistrale in Ingegneria dell'Autoveicolo (2011) con una tesi su un motore alimentato ammoniaca, sia presso l'Università di Pisa (Italia). Dottorato di Ricerca in Biorobotica presso l'Istituto biorobotica della Scuola Superiore Sant'Anna dal 2012, lavora principalmente su meccanismi di attuazione per gli arti superiori artificiali. In particolare, il suo progetto di ricerca è focalizzato sul polso e il suo ruolo nella protesi di arto superiore.



clemente

Francesco Clemente ha conseguito il titolo di Laurea Magistrale in Ingegneria Biomedica presso l'Università di Pisa nel 2012. Il suo progetto di tesi specialistica, sviluppato all'interno dell' Artificial Hands Lab (ex ARTS lab) della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, riguardava la progettazione meccanica e lo sviluppo di una protesi di mano per amputati transradiali. È attualmente uno studente di Dottorato in Biorobotica presso l'Istituto di Biorobotica della Scuola Superiore Sant'Anna ed è coinvolto in progetti di ricerca europei. I suoi interessi di ricerca sono legato allo sviluppo di dispositivi per il feedback sensoriale per amputati di arto superiore, ma abbracciano l'intero ambito della protesica.



ghionzoli

Alessio Ghionzoli Received the M.Sc. degree in mechanical engineering from the University of Pisa, Italy, in 2008, and the PhD in mycrosystem engineering from University of Tor Vergata, Rome, Italy, in 2012. Since 2008 he has been involved in several national and international projects at Scuola Superiore Sant'Anna, Pisa, Italy.



dalonzo

Marco D'Alonzo ha conseguito la laurea triennale e quella specialistica in ingegneria biomedical all’Università di Pisa rispettivamente nel 2005 e nel 2008. Ha conseguito il dottorato in Biorobotica alla Scuola Superiore Sant’Anna a Pisa, nel 2012. Ha svolto il suo periodo all’estero durante il suo dottorato all’dipartimento di neuro riabilitazione all’università di Gottinga in Germania nel 2012. Attualmente è un’assegnista post doc all’Istituto di Biorobotica della Scuola Superiore Sant’Anna, in particolare, manager di laboratorio dell’area di mani artificiali. Dr. D’Alonzo ha lavorato ed è coinvolto in alcuni progetti finanziati o che sono stati finanziati dalla comunità europea (NANOBIOTACT, NANOBIOTOUCH, WAY, CogLaboration, CyberLegs). Suoi interessi nella ricerca includono la psicofisica del tatto, sistemi di stimolazione aptica, dispositivi di sostituzione funzionale, biomeccanica dei tessuti e sensori tattili.



tarantino

Sergio Tarantino ha ricevuto la laurea specialistica in Ingegneria Biomedica, presso l' Universita' di Pisa nel 2012. Attualmente ricopre la posizione di Assegnista di Ricerca presso l' Istituto di Biorobotica della scuola Superiore Sant'Anna. I suoi principali interessi ricoprono l'analisi e la classificazione di segnali EMG superficiale e intramuscolo utilizzando algoritmi di machine learning volti a controllare protesi artificiali di arto superiore.





Diego Barone ha conseguito la laurea specialistica in ingegneria elettronica (presso l’università di Pisa) nell’ottobre 2004 (oggetto della tesi: progetto e realizzazione di un sistema di misura di posizione con risoluzione dell’ordine del centinaio di nanometri basato su tecniche di interferometria ottica) e maturato ampia esperienza progettando e realizzando sistemi custom per applicazioni industriali e militari fra cui strumenti di misura e acquisizione dati, ricevitori vlf per indagini geofisiche, controllori di processo, interfacce trasferimento dati, terminali operatore, convertitori dc/dc, driver motori, sistemi di illuminazione, applicazioni audio. Attualmente è assegnista di ricerca presso l’Istituto di Biorobotica e si occupa del progetto HW e SW di sistemi di localizzazione di tag impiantabili finalizzati al controllo di protesi robotiche.





Gunter Robert Kanitz ha conseguito la laurea di primo livello in ingegneria informatica, presso l'Università HTW- Berlin (Berlino, Germania), e quella specialistica in Network Centred Computing, con il massimo dei voti, presso l'Università di Reading (Berkshire, UK), entrambe nel 2010. E' attualmente dottorando di ricerca in robotica biomedica presso la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. I suoi principali interessi di ricerca sono lo studio delle interfacce uomo/macchina, con particolare riferimento alle protesi di mano; l'elettromiografia superficiale ed invasiva; la modellazione neurale, la teoria dei segnali del sistema nervoso centrale e periferico; il controllo neurale dei movimenti.





Ilario Imbinto ha conseguito il titolo di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica presso l' Università di Pisa nel 2013. Attualmente ricopre la posizione di Assegnista di Ricerca presso l' Istituto di Biorobotica della scuola Superiore Sant'Anna. La sua tesi magistrale è stata sviluppata presso il KTH, Royal Institute of Technology di Stoccolma, Svezia riguardava lo studio di sistemi di produzione di nuova generazione. I suoi principali interessi ricoprono la progettazione meccanica e meccatronica per protesi artificiali di arto superiore.



Partner

inail

Persone

Angelo Davalli - Simona Castellano
Andrea Cutti - Anna Cerfeda

ppr3


davalli

Angelo Davalli è nato a Budrio (BO) nel 1962. Diploma di tecnico informatico nel 1980, Laurea in ingegneria elettronica conseguita nel 1988. Dopo avere svolto attività come progettista HW e SW in diverse aziende private, viene assunto nel 1992 al Centro Protesi INAIL di Budrio con la qualifica di Referente dell'attività di ricerca. Nel 1997 ottiene il titolo di Tecnico Ortopedico ed ernista. Docente esterno presso le Università di Ferrara e Bologna è autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Il focus delle sue attività di ricerca è sulle tematiche protesiche dell'arto superiore e sui dispositivi tecnologici per le persone disabili. Dal 2010 ricopre il ruolo di Responsabile della Formazione e Documentazione del Centro Protesi INAIL e dal 2013 è project manager di alcuni progetti di ricerca. Ricopre ruoli all'interno di organismi sportivi nazionali ed internazionali in merito alle problematiche dello sport per disabili.



castellano

Simona Castellano Laurea in Medicina e Chirurgia il 23/03/1987, specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione. Dirigente Medico II livello Fisiatra della Filiale di Roma presso il CTO del Centro Protesi INAIL dal 2 maggio 2014, reggente dello stesso ruolo al Centro Protesi INAIL di Vigorso di Budrio dal novembre 2014. Dirigente Medico I livello Fisiatra della U.O.C. A.S.“Unità Spinale Unipolare” dell’Ospedale CTO – A.Alesini di Roma (Az. USL RM – C) dal febbraio 2007, è stata medico ospedaliero dal 2/09/1991 fino al passaggio in INAIL. In precedenza è al Centro Paraplegici Az. USL RM – D dal 1991 al 1993 e successivamente dal 1999 al gennaio 2007 e all’Az. Ospedaliera San Giovanni – Addolorata di Roma dal 1993 al gennaio 1999. Già docente in Corsi di Laurea per Infermiere (Università “ Tor Vergata” di Roma) e Fisioterapista (Università “La Sapienza” e “Tor Vergata” di Roma), nella Scuola di Specializzazione in Medicina Fisica e Riabilitazione (Università “ Tor Vergata” di Roma), nel Master triennale per Medici (Università “Tor Vergata” di Roma). Medico agopuntore, è iscritta nel registro dell’Ordine dei Medici di Roma (n° 44) e nel registro dei docenti della Federazione Italiana Società di Agopuntura (FISA, n° 77).



cutti

Andrea Cutti si laurea con lode in Ingegneria Elettronica nel 2002, presso l'Università di Bologna, ricevendo il premio "Francini" dell'Associazione Italiana di Ingegneria Medica e Biologia. Nel 2006, completa il Dottorato di Ricerca in Ingegneria Biomedica presso l'Università di Bologna, per il quale riceve ex-equo, il premio "Alberto Mazzoldi" del Centro Interdisciplinare di Ricerche "E. Piaggio" dell'Università di Pisa. Dal 2006 è ricercatore presso il Centro Protesi INAIL di Vigorso di Budrio, occupandosi del Laboratorio di Analisi del Movimento, in particolare sviluppando nuovi metodi e tecniche per la valutazione ambulatoriale del movimento dell'arto superiore mediante sensori inerziali. Dal 2009 al 2014 è il Responsabile del Laboratorio di Analisi del Movimento e Responsabile delle valutazioni clinico-tecniche dei nuovi dispositivi protesici (arto superiore ed inferiore). Dal 2014 è Project Manager delle attività di ricerca volte allo sviluppo di nuove componenti protesiche di arto superiore e strumenti di outcome motori. Nell'ambito della Direzione Tecnica Produzione del Centro Protesi, svolge il ruolo di supporto gestionale delle Linea Protesi Arto Superiore ed Silicone. E' Membro del Consiglio Direttivo della SIAMOC (Società Italiana di Analisi del Movimento in Clinica) e dell'International Shoulder Group (gruppo tecnico dell'International Society of Biomechanics). Ha attualmente circa 30 full–paper su rivista internazionale e circa 80 pubblicazioni su libri ed atti di convegni sia in ambito protesico (arto inferiore e superiore) che di biomeccanica dell'arto superiore .



cerfeda

Anna Cerfeda ha conseguito il diploma come terapista della riabilitazione dell’apparato motore presso l'Università "LA SAPIENZA" di Roma nel 1992 ed ha conseguito la sua laurea di primo livello come fisioterapista presso l'Università "Gabriele D'Annunzio" degli Studi di Chieti nel 1995. Lavora presso INAIL "Centro Protesi" di Vigoroso di Budrio, centro per la sperimentazione ed applicazione di protesi e presidi ortopedici dal 1998 come fisioterapista, si occupa di riabilitazione negli infortunati sul lavoro e nelle amputazioni di arto superiore. Attualmente impegnata nel progetto di ricerca PPR3: Controllo della protesi di arto superiore con interfacce neurali invasive, in collaborazione con l'Università Campus Bio–Medico di Roma.



scroll